A lezione di sessualità con Swanwick…

ma c’è dell’altro in questa frazione di Marte-dì

1 – «Domani il mondo cambierà»; 2 – RILL intriga fino a giugno; 3 – Notizie sparse tra fantascienza e realtà che forse meriterebbero commenti; 4 – E’ possibile viaggiare?

1 – Sesso, magia, fine del mondo e una valigetta

Fra i «capolavori» (cioè dove Urania colloca questa riedizione) foooooorse no ma di certo il romanzo «Domani il mondo cambierà» di Michael Swanwick è assai bellino e un premio Nebula meritato. Dunque cercatelo, per tutto maggio, in edicola: 234 pagine per 6,50 euri nella traduzione di Marco Pinna. In originale (1991) si chiamava «Stations of the Tide» ma a scherzare un pochino il titolo giusto sarebbe “Sesso, magia, valigette e fine del mondo”. Non sottovalutate la valigetta, quasi co-protagonista di questa divertente storia.

Una splendida frase iniziale: «Il burocrate cadde dal cielo» che fa il paio con l’ultima riga: «Cambiando, il burocrate cadde nel mare». E il protagonista non avrà un’identità se non quella perfida etichetta: «il burocrate». Eppure aspettando «la grande onda» (una catastrofe planetaria) e duellando con un mago da fare invidia a Orson Welles, «il burocrate» si trova coinvolto in due lezioni di sessualità dettagliate e non banali come forse mai nella lunga storia di Urania. Adesso non chiedetemi se ho sperimentato i suggerimenti di Undine – forse una dea o uno spettro ma più probabilmente solo una donna desiderante – specialmente per quel «farti imparare che cosa provo io quando mi fai l’amore […] Non ti farò nulla che non faresti a me»…

Nella mia “collezione” di mestieri ins/int – cioè insoliti e interessanti – devo aggiungere quello che trovo (a pag 135): «spargo voci». Frasi memorabili sulle carceri, sul cielo «pieno di serpenti», sulla futilità. Quanto alla ricca parte fantascientifica devo rubare almeno una frase a Swanwick: «Che cos’è la magia se non scienza impossibile?».


2 – Arriva il Racconto Collettivo di RiLL!
Ricevo e con godimento posto.

Dopo quasi 25 anni RiLL passati a cercare (e trovare) nuovi autori che scrivono letteratura fantastica, abbiamo pensato di farli lavorare insieme, per scrivere una storia collettiva, che vi accompagnerà a cadenza settimanale sino a metà giugno.
Siamo partiti dai primi tre capitoli del racconto “Corrispondenze” (che chiude l’antologia “
L’ostinato silenzio delle stelle”, dedicata ai racconti di Massimiliano Malerba) e abbiamo chiesto a sei nostri autori di continuare quella storia, creando un racconto del tutto diverso.
Chi sono questi autori? Come hanno lavorato insieme?
http://www.rill.it/?q=node/795
Inoltre potete leggere i primi tre capitoli del racconto originale su RiLL.it
http://www.rill.it/?q=node/796
ADESSO è possibile iscriversi alla mailing list
Racconto Collettivo (vedi form nella home page di RiLL.it per ricevere gratuitamente ogni settimana un capitolo della storia (in PDF ed epub). Invieremo il capitolo 4 martedì 2 maggio, e così via a cadenza settimanale.

In ritardo – ho avuto un inizio maggio complicatino – mi iscriverò e spero di essere in foltissima compagnia.

 

3- Notizie sparse che forse meriterebbero un fanta commento
Il 9 maggio leggo su «
Il fatto quotidiano» codesto titolo: «Big Pharma investe milioni per i medici-testimonial». Dica in 30 secondi il candidato o la candidata all’onorificenza somma di “fantascienzofilo/a” quanti anni fa ciò era stato previsto e indichi almeno uno dei passaggi successivi, cioè “in arrivo”.

Sabato 20 al «Festival della mente» incontro fra Marco Malvaldi (bravo giallista ma chimico di professione) e il fisico Jim Al-Khalili, autore di «Alieni. C’è qualcuno lì fuori?». Mannaggia non ci posso andare… Ma se qualcuna/o di voi ci passa mi racconta, vero?

Leggo su «La lettura» (supplemento del «Corriere della sera») del 14 maggio il titolone «Un algoritmo ti giudicherà, “Minority Report” è realtà». Dica in 30 secondi il candidato o la candidata all’ambita onorificenza di “esperto in titoli choc e chic ma deja vu” se negli ultimi anni codesta frase è stata usata circa 100 volte o invece 100mila sui principali quotidiani italiani.

 

4 – Viaggiare? Impossibile

Ci sono alieni di ogni tipo nel nuovo libro di Marco D’Eramo «Il selfie del mondo: indagine sull’era del turismo». Se restate sintonizzati su codesto blog preeeeeeeeeeeesto ne saprete di più.

Daniele Barbieri
Un piede nel mondo cosiddetto reale (dove ha fatto il giornalista, vive a Imola con Tiziana, ha un figlio di nome Jan) e un altro piede in quella che di solito si chiama fantascienza (ne ha scritto con Riccardo Mancini e Raffaele Mantegazza). Con il terzo e il quarto piede salta dal reale al fantastico: laboratori, giochi, letture sceniche. Potete trovarlo su pkdick@fastmail.it oppure a casa, allo 0542 29945; non usa il cellulare perché il suo guru, il suo psicologo, il suo estetista (e l’ornitorinco che sonnecchia in lui) hanno deciso che poteva nuocergli. Ha un simpatico omonimo che vive a Bologna. Spesso i due vengono confusi, è divertente per entrambi. Per entrambi funziona l’anagramma “ride bene a librai” (ma anche “erba, nidi e alberi” non è malaccio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *