I pesi e le misure (parte seconda)

di Alexik  (la prima parte è stata pubblicata qui). Nei processi per disastri ambientali o stragi di fabbrica le dirigenze e le proprietà dell’industria italiana sfoggiano avvocati di grido, costosi “principi del foro” pagati coi denari risparmiati sulle misure di sicurezza. Sicuramente da questo punto di vista non bada a spese il conte Marzotto, attualmente imputato per le morti operaie

Continua a leggere

Scor-data: 10 luglio 1976

Una nube tossica si sprigiona dall’ Icmesa di Seveso. di Daniele Biacchessi  (tratto da:  La fabbrica dei profumi  Baldini Castoldi Dalai, 1995), con nota finale di Alexik. Sabato 10 luglio 1976. Sono le 12,37. Una nube preme forte verso l’alto, accompagnata da un sibilo violento che rompe quel silenzio d’estate. Proviene dall’Icmesa, una fabbrica chimica posta tra la ferrovia del

Continua a leggere

Frammenti di eternit

Frammenti selezionati da Alexik (da http://illavorodebilita.wordpress.com). “….e allora (Bernardi) mi disse: un giorno sono andato dal capo del personale, mi pare si chiamasse Oppezzo … andò e disse: dottore, guardi, io ho dei bambini piccoli, mi hanno riconosciuto l’asbestosi, l’Inail aveva riconosciuto l’asbestosi. E disse: guardi, mi faccia fare un’altra mansione, fra un anno … dottore mi sposti almeno fra

Continua a leggere

I pesi e le misure

di Alexik (da http://illavorodebilita.wordpress.com) A quanto pare è più facile beccarsi 10 anni per aver dato due calci a una vetrina durante il G8 di Genova che varcare le soglie di una galera dopo aver ammazzato decine (ma anche centinaia o migliaia) di operai. Si nota una certa sproporzione quando si scopre che la condanna degli ex dirigenti Michelin di

Continua a leggere

I vestiti rosso sangue

di Alexik (da http://illavorodebilita.wordpress.com) Il Bangladesh offre agli operai molteplici opportunità di morire: nell’incendio di una fabbrica  o sotto le sue macerie, negli scontri di piazza o sotto tortura. Il crollo del Rana Plaza è solo l’ultima strage di una lunga serie. Secondo i dati ufficiali del  governo bengalese sono 454 i lavoratori e le lavoratrici del settore abbigliamento morti negli incendi dal

Continua a leggere
1 30 31 32 33