Bologna 28 gennaio: La difesa di madre terra

di Alexik

Più volte la Bottega si è occupata delle lotte dei contadini e degli attivisti salentini contro le misure imposte nell’ambito della “emergenza xylella”.
Contadini ed attivisti che hanno rifiutato gli espianti di massa degli uliveti tradizionali e l’irrorazione a tappeto di pesticidi, opponendosi alla trasformazione delle proprie campagne in un deserto chimico, rivendicando metodi di cura rispettosi della biodiversità, dell’ambiente e della salute.
Attraverso le loro voci, accanto a quelle di artisti, scienziati e giuristi solidali, il regista Andrea Pavone Coppola ha ricostruito una vicenda complessa, che stringe ancor oggi i coltivatori fra l’incudine dell’estendersi del CoDiRO (Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo) e il martello di politiche emergenziali devastanti, utili solamente al dispiegarsi di variegati interessi speculativi sul territorio.
Nel documentario “La difesa di madre terra” – 
coprodotto dalle Associazioni Bianca Guidetti Serra e Spazi Popolari – le testimonianze degli attivisti si alternano alle immagini delle lotte riprese dal loro interno, alle pratiche solidali nei confronti degli attivisti denunciati, alle esperienze contadine di cura degli ulivi, che possono ancor oggi dimostrare che con il CoDiRO si può convivere, se si ama la propria terra.
Una resistenza che l’attuale governo, in piena continuità con chi lo ha preceduto, vuole cancellare, minacciando il carcere da uno a cinque anni per chi si opporrà in futuro alle ruspe ed ai veleni.

La difesa di madre terra” verrà proiettato a Bologna lunedì 28 gennaio alle h.21,00 presso il cinema Europa Kinodromo, via Pietralata 55.
Al termine della proiezione sarà possibile discuterne con Andrea Pavone Coppola, con l’autore delle musiche Stefano Zoffoli, e con:

Alessandra Cecchi e Cardigliano Donato – Associazione Bianca Guidetti Serra
Ivano Gioffreda – Associazione Spazi Popolari
Francesco Martone – Rete “In Difesa di …”

Articoli della Bottega di interesse:

Gianluca Carmosino: E ora chiedete scusa al Popolo degli ulivi.

Gianluca Ricciato: Il regalo di Martina alla Bayer: pesticidi neonicotinoidi a tappeto nel Salento.
Gianluca Ricciato: Decreto Martina: il pesticida imposto in Salento non è tra quelli vietati dall’UE. E quindi?

Alexik: Guerra agli ulivi 1,2,3,4.
Alexik: Solidarietà al popolo degli ulivi.
Alexik: Solidarietà con il popolo degli ulivi: migliaia di firme.

alexik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *