BRUTTA STORIA

(Roba del Pabuda…)

 

ha sempre scagliato   

il più lontano possibile

i suoi poveri emigranti:

nelle pampe

e lungo i fiumi

delle Americhe,

da qualche parte

senza indirizzo in Australia

o direttamente all’inferno

della miniera carbonifera.

figuriamoci se adesso

si prende in casa

degli immigrati di quelli

ancor più poveri:

è…

l’Italia, l’Italia, l’Italia

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Rispondi