CANZONE PER RICO

(Roba del Pabuda…)

 

isolano bivalve al trombone:

era avanti degli anni                    

quell’uomo!

Rico: scuro tra più chiari musici

Rico: chiaro tra più scuri musici.

era lento e veloce quel ritmo:

vuoto e pieno quel suono:

un dondolare di anche

di spalle e di gambe:

ne aveva di fiato e di storie

quell’uomo!

a riempir la coulisse,

allungando e accorciando

il viaggio d’aria bollente.

gran sacerdote

di riti diasporici, sincretici

caraibici, transoceanici,

soffiando soffiando

battezzò con saliva eccedente

e fumo eccellente

lo scatenatissimo ska

dell’indipendenza

e, poi tra le birre, consacrò

il suo britannico ritorno:

sempre molti anni fa.

Rico: scuro tra più chiari musici

Rico: chiaro tra più scuri musici.

mmm… tu dici: Rodriguez…

era cubano, quel Rico?

no: giamaicano, di dico.

anzi:

era l’uno e l’altro,

e fino agli ottant’anni

ha suonato:

in un vecchio ospedale

di Londra

il suo ultimo assolo ha tirato.

 

UN ASSAGGINO:

RICO: LUMUMBA: https://www.youtube.com/watch?v=v7yQ_kb2E34

 

UN CONCERTO INTERO:

RICO @ SUMMER JAM 2004: https://www.youtube.com/watch?v=KH-gssOX6Zk

 

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *