Ma davvero al Capitale interessa favorire bravi e meritevoli?

di Mauro Antonio Miglieruolo *** Un certo tempo fa con inaspettata sincerità, dovuta probabilmente al fatto che il capitale, in seguito agli avvenimenti degli ultimi anni ottanta, che hanno cancellato il comunismo quale possibile alternativa, si sente ormai al riparo da possibili ribellioni delle classi subordinate, Marchionne ebbe a dichiarare che Renzi era stato messo al posto che occupa (Primo

Continua a leggere

Il mio grosso grasso matteorenzi greco (Il Karaté letterario di Alessandra Daniele – 27)

Pubblicato il 19 luglio 2015 · in Santi subito! Personaggi da ri(s)valutare, Schegge taglienti · di Alessandra Daniele Dopo aver suscitato speranze di riscatto in tutta Europa, Alexis Tsipras ha svenduto la Grecia ai cravattari, accettando un sanguinoso esproprio molto peggiore di quello che col referendum il popolo greco gli aveva conferito esplicito mandato di rifiutare. In una notte i

Continua a leggere

Allacciate le cinture (Il Karaté letterario di Alessandra Daniele – 26)

Pubblicato il 4 giugno 2015 · in Schegge taglienti, Vignette · di Alessandra Daniele “Non contano i risultati elettorali, né in Italia né altrove; abbiamo creato un pilota automatico per imporre il consolidamento di bilancio” – Mario Draghi, 2013 * Nemmeno più negano le malefatte che quotidianamente commettono. Neppure cercao nascondere che se ne infischiano altamente della democrazia e della

Continua a leggere

Beffe della storia

Di Mauro Antonio Miglieruolo *** Per anni milioni di italiani appartenenti a ogni ceto sociale, lavoratori inclusi, hanno votato i partiti borghesi timorosi che come conseguenza di un eventuale successo del PCI sarebbe stato loro tolto ogni avere. Rancio unico e tuta unica, era il motto con il quale, ancora negli anni settanta, si respingeva preventivamente, da destra. ogni possibilità

Continua a leggere

Far la voce grossa con i lavoratori, tremare davanti ai potenti

alias il Formigoni Furioso. di Mauro Antonio Miglieruolo *** Sembra che un certo Formigoni, personaggio che mi si dice molto potente e in vista, abbia reagito con “eccessiva veemenza” (se lo permettere lui, e chi altro?) utilizzando frasi oxfordiane tipo “testa di cazzo”, “figli di puttana”, “banda di coglioni” ecc. Il poveretto, caso unico al mondo, capitano tutte a lui

Continua a leggere

Prosperare sul disastro. Cronache dall’emergenza sociale permanente/3

di Alexik [A questo link il capitolo precedente.] Nell’esperienza romana il disastro abitativo ha rappresentato, oltre che una benedizione per i palazzinari, un vasto terreno di espansione per la cooperazione sociale. Gli imprenditori del mercato della miseria ne hanno beneficiato nelle sue varie forme: gestione dei centri di assistenza alloggiativa temporanea (CAAT), centri di accoglienza per richiedenti asilo, nuovi ghetti

Continua a leggere
1 2 3 5