In ricordo di Bianca Guidetti Serra: il processo per le schedature Fiat

di Alexik Bianca Guidetti Serra è stata protagonista e testimone della storia dell’Italia novecentesca nei suoi momenti cruciali. A quasi un anno dalla fine della sua lunga vita, un ricordo collettivo ne ripropone il percorso. Sabato 16 maggio h. 18, al Vag61 di Bologna (via Paolo Fabbri 110) dieci persone si alterneranno leggendo i suoi scritti o raccontandone frammenti di

Continua a leggere

Prima dell’art.18 (parte quarta)

di Alexik [A questo link il capitolo precedente.] I licenziamenti collettivi alla Doppieri rivelano la dimensione femminile dell’espulsione dalle fabbriche bolognesi negli anni ’50. È questo un aspetto poco noto, nascosto fra le righe del linguaggio asessuato che caratterizza anche la stampa operaia e comunista di quel periodo, segno della scarsa considerazione attribuita alla contraddizione di genere che si voleva

Continua a leggere

Prima dell’art.18 (parte terza)

di Alexik [A questo link il capitolo precedente.] A Modena il 1950 si aprì nel peggiore dei modi. Nei primi giorni dell’anno gli industriali della città, riuniti presso Confindustria, decisero che era ora di sancire col sangue il loro diritto a licenziare. Era passato un mese da quando Adolfo Orsi, proprietario delle Fonderie Riunite, aveva decretato la serrata buttando fuori

Continua a leggere

Prima dell’art. 18 (parte seconda)

di Alexik  [A questo link il capitolo precedente.] La guerra scatenata da Scelba contro il movimento bracciantile fu particolarmente sanguinaria. Nel solo 1949 vanno addebitati sul conto del ministro degli interni i braccianti morti a Mazara del Vallo, Molinella, Forlì, Gambara, Minervino Murge, Melissa, Isola di Caporizzuto, Bondeno, Crotone, Torremaggiore, Bagheria, Montescaglioso.

Continua a leggere
1 2 3 4 5 15