Messico: la parola come resistenza

Le chiamano ribelli, oppure oppositrici allo sviluppo, e dicono che quello che stanno facendo, comunque, non servirà a nulla. Sono le Zapotecas gubiñas, un gruppo di donne dello Stato di Oaxaca, Messico del sud-ovest, che hanno deciso di utilizzare per la prima volta la parola come forma di resistenza per difendere il loro territorio dal saccheggio che comporta un mega-progetto

Continua a leggere

Bolivia: lo scempio

Evo Morales da tempo non era più l’indio ribelle che toglieva il sonno a Washington. L’ultradestra ha sfruttato nel modo migliore le sue enormi contraddizioni, e quelle del Movimiento al Socialismo, per dare vita ad un colpo di stato apertamente programmato e capeggiato da fondamentalisti religiosi quali l’autoproclamata presidenta Jeanine Añez e il picchiatore Luis Fernando Camacho. In gran parte

Continua a leggere
1 2 3 93