Cena con delitto (Knives Out) – Rian Johnson

(visto da Francesco Masala)

un film sulle montagne russe, un divertimento per chi non pensa come andrà a finire, per chi non gioca a fare l’investigatore degli investigatori, fidiamoci del film, si giudicherà alla fine.

c’è anche una sottotraccia politico-sociale (neanche tanto sotto), qualcuno insiste a dire: è tutta cosa nostra, per qualche poveraccia lasceremo qualche briciole, che basta e avanza.

ma le cose sono come sono, non come qualcuno vorrebbe, certifica il notaio, e il film riprende a correre.

attori bravissimi, e sceneggiatura nel solco della maestra Agatha Christie.

meno sapete prima del film, più vi piacerà, due ore ben spese al cinema, promesso.

https://markx7.blogspot.com/2019/12/cena-con-delitto-knives-out-rian-johnson.html

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *