Cento e passa pittori naif – 42, Illusioni Ottiche

Opere di Rob Gonsalves 1

di Mauro Antonio Miglieruolo

Rob Gonsalves nasce a Toronto nel 1959. Fin dall’infanzia sviluppa interesse per il disegno. A 12 anni inizia ad interessarsi di architettura e impara le tecniche legate alle prospettive. Inizia cosi a dipingere quegli edifici immaginari che lo accompagneranno lungo la sua carriera.4
Finito il college lavora a tempo pieno come architetto, ampliando ulteriormente le sue conoscenze sulle geometrie e le prospettive, che molto utilizzerà nei suoi dipinti. Contemporaneamente realizza murales e scenografie teatrali, fino al 1990, anno nel quale decide di occuparsi di pittura a tempo pieno.

***

10***

11***

12***

13***

33***
Influenzato da maestri come Magritte, Chris Van Allsburg e, sopratutto, Maurits Cornelis Escher, con le sue intriganti illusioni prospettiche Gonsalves, con i suoi dipinti, esplora visivamente le possibilità dell’immaginazione, incoraggiando a guardare oltre i confini della vita quotidiana, verso un luogo onirico dove è la fantasia a dettar legge.

***

35***

rob_gonsalves_10***

tumblr_mkckjamTJY1ro74x3o2_1280***
In tutti i suoi quadri la normalità appare solo per mutare e diventare qualcos’altro, operazione tentata e spesso attuata da tanta fantascienza. Il che rende accettabile l’arbitraria collocazione nella presente rassegna di pittori naif.

(elaborazione di dati presi dal web)

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Un commento

  • achille marziano

    E’ una pittura tanto inquietante quanto penetrante.
    Bellissimo l’effetto sull’osservatore.
    E’ un piacere vedere ….in giro.. tanta ”intelligenza” del mondo
    e nel mondo.
    Achille Marziano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *