Cesena, il primo aprile e l’imperatore Nerio

L’ostentazione del potere di Technogym non ha limiti, con l’avallo del sindaco Paolo Lucchi

di Davide Fabbri

Per domani sabato 1 aprile – ma la storia che vi racconto non è uno scherzo – il patron di Technogym cioè Nerio Alessandri, presidente della Wellness Foundation, ha organizzato una festa mondana in stile hollywoodiano presso la residenza di Palazzo Romagnoli, in pieno centro storico di Cesena. L’occasione è data dal compleanno del figlio Edoardo, che compie 18 anni.

300 gli invitati. Spese da capogiro. Sarà presente il gotha del capitalismo rampante italiano. Alta borghesia, uomini d’affari e politici legati ai grandi gruppi economici. La “splendida” rappresentazione dei centri di potere che condizionano le scelte dei nostri territori…. storie che vado narrando da tempo.

Il Comune di Cesena ha un ruolo in questa storia. Ha rilasciato alla Wellness Foundation – titolare della richiesta – una ordinanza comunale (la numero 34646/331) che prevede l’occupazione di suolo pubblico, da giovedì scorso fino a domenica sera, di aree per la sosta dei residenti, adiacenti ai due ingressi della residenza dell’imperatore Nerio: una in via Uberti, l’altra in via Mura Barriera Ponente. Quali potranno essere state le motivazioni di interesse pubblico del Comune nel concedere spazi pubblici al presidente di una Fondazione che organizza un evento privato e mondano, e cioè la festa di compleanno del figlio?


Aggiungo un piccolo dettaglio. Spesso i “particolari” sono illuminanti. Da un sopralluogo svolto questa mattina, ho notato il mancato rispetto delle norme e del buonsenso sulle ordinanze, che prevedono la pubblicizzazione sul posto del testo dell’ordinanza o almeno del numero dell’ordinanza comunale. Per ragioni di trasparenza negli atti comunali. Al contrario, sul posto sono stati collocati cartelli anonimi di divieto di sosta con rimozione forzata, dalle ore 8.00 di giovedì scorso alle ore 23.30 di domenica 2 aprile, senza alcuna pubblicizzazione né del testo dell’ordinanza comunale né del numero dell’ordinanza stessa. Ho immediatamente chiesto un intervento del Comando della Polizia Municipale al fine di far rispettare le norme sulle ordinanze, che devono valere per tutti i cittadini, compreso il potente uomo d’affari Nerio Alessandri.

(*) Sulla Technogym potete leggere in “bottega” diversi post fra cui: Technogym, se ti ammali niente premioTechnogym: si vola… anche nel ravennate e Fra il sindaco (di Cesena) Paolo Lucchi e…

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *