DANDO I NUMERI

(Roba del Pabuda…)                   

la secca vecchietta

tutta scompigliata

sbuca dal banco del lotto

spifferando:

“ventisei, quarantasette

(o quarantotto?)”.

cosa passa veramente

per la testa

alla secca vecchietta

che bisbiglia di soppiatto

nel telefono portatile

ultrapiatto?

vuol passare

una dritta buona

o tirare un dispettoso

bidone?

per scoprirlo

attivo tutti i dispositivi

di cui dispongo,

ma gli schermi

del mio radar primario

telepatico

rimangono muti e bui:

la zucca piena di cifre

di quella secca vecchietta

è inespugnabile:

anche

coi miei potenti congegni

per la lettura

del pensiero altrui.

appena mi vede:

s’allontana, la secca vecchietta.

..

(nell’immagine: Pabuda, C’era un’idea, prima)

 

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *