due libri “lombardi”

23 34

(letti da Francesco Masala)

I jeans di Bruce Springsteen e altri sogni americani – Silvia Pareschi

se avete letto qualche libro di Jonathan Franzen, Don DeLillo, Cormac McCarthy, Zadie Smith, Jamaica Kincaid, Junot Díaz, allora Silvia Pareschi già la conoscete.

io ho letto per primo questo libro grandissimo (tradotto da Silvia), spero anche voi lo abbiate letto, o lo leggerete, se vi volete bene.

nel “suo” libro Silvia racconta gli Usa visti da lei, fra racconto, vita vissuta, finzione e no, da San Francisco a New Orleans, dal sarto al dentista, cibo, religione e attivismo politico, un tuffo in un mondo del tutto diverso dal nostro.

e per chi sta a casa è comodo e bello viaggiare senza file e fusi orari, sul divano di casa.

solo dopo averlo letto saprete cosa c’entrano i jeans di Bruce Springsteen.

http://stanlec.blogspot.it/2016/07/i-jeans-di-bruce-springsteen-e-altri.html

 

La ballata del pugile suonato – Gianni Brera
alla fine della guerra Claudio Orsini (Gugia) cerca di sopravvivere, fra partigiani, tedeschi e fascisti.
incontra anche la moglie, una proprietaria che aspettava un uomo per gestire le terre, e avere degli eredi.
libri avventuroso, politico, erotico, di uomini e donne, e preti, dove si mangia e si beve (e sembra di sentire gli odori e i suoni), dove Gugia cerca, e trova, la sua strada.
è davvero una bella storia, e un bel leggere.
buona lettura.
http://stanlec.blogspot.it/2016/08/la-ballata-del-pugile-suonato-gianni.html
Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *