FURUNDULLA 30 * – presenzio o…

…non presenzio.

di Benigno Moi

Assodato che le vignette non vanno spiegate… ma sono un sasso buttato come spunto di riflessione, per ogni vignetta almeno un link

Solitudini 1_Toulouse Lautrec

La bevitrice (Susan Valadon) 1888

Solitudini 2_Picasso

Assenzio, 1901

https://imalpensanti.it/2016/06/histoires-dabsinthe/

La citazione dell’opera di Henry de Toulouse-Lautrec offre lo spunto per parlare anche della modella, Suzanne Valadon, anche lei pittrice (prima donna ad essere ammessa alla Société Nationale des Beaux-Arts) nonché modella dei principali pittori della creativa Parigi fra ottocento e novecento, madre di Maurice Utrillo, e tante altre cose.

http://www.enciclopediadelledonne.it/biografie/suzanne-valadon-marie-clementine-valadon/

Bis

Per una volta (o anche stavolta) mi risparmio e vi risparmio qualsiasi link relativo alla vignetta…

Su Faccinu de…

Su vaccinu

https://www.vitobiolchini.it/2020/10/18/davanti-alla-seconda-ondata-conte-parla-e-nieddu-scappa-e-da-solinas-un-silenzio-intollerabile/

Inseguitevi!

Virus 2 a virus 1…

https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/10/18/e-morto-alfredo-cerruti-fondo-gli-squallor_be6065f1-38c4-4a5e-979d-a86e6a8b5f25.html

https://transform-italia.it/per-convivere-bisogna-cambiare-tutto/

L’origine del nome dato alla rubrica Furundulla si può invece scoprire qui: hastagasa

*  (nota al titolo)

E, alla trentesima puntata di Furundulla, faccio una precisazione:

In famiglia abbiamo sempre usato il termine “furundulla”, come spiegato nella prima puntata della rubrica richiamata sopra. Ora un’amica mi dice che lei ha sempre sentito e detto ”fundurulla”. E mi chiede se fosse lei ad aver sempre sbagliato. Non sono affatto un esperto di lingua sarda, purtroppo, ma in questo caso penso abbia sicuramente ragione lei: non solo perché è etimologicamente evidente,  e non solo presumibile, che derivi da ”fundu”, fondo, ma perchè così lo attesta anche uno dei dizionari classici di sardo-italiano, quello del canonico Spano,  http://www.sardegnadigitallibrary.it/mmt/fullsize/2009042213001500126.pdf

Fundulùza, f. Log Set, fundurùlla Mer. Fondaccio, sedimento, feccia, rimasuglio”

Ma è anche vero che per motivi diversi, dalla fonetica alla fenologia, i termini mutano spesso anche fra territori limitrofi. Questa cosa quelli che ne sanno – fra cui mio zio Tito – la chiamano metàtesi

https://www.treccani.it/vocabolario/metatesi/

Al mio paese diciamo furundulla, ho sempre sentito furundulla e, forse anche per questo motivo, la sento “scivolare” anche meglio nel pronunciarla.

Così continuerò a dire, e così continuerà a chiamarsi questa rubrica.

 

 

Benigno Moi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *