Grazie Gianni (49): le «Favole al telefono» in un album…

realizzato da Gianluca Lalli

quarantanovesimo appuntamento – di 52 – con Rodari (*): la scelta di Danilo

Il docente, cantautore, scrittore e regista Gianluca Lalli, ha realizzato un disco dal titolo «Favole al telefono» tratto dall’omonima opera letteraria di Gianni Rodari. La famiglia Rodari ha appoggiato il progetto di buon grado. Qui il teaser di presentazione: https://youtu.be/1cRBD_XOobM.
L’idea di mettere in musica le favole di Gianni Rodari nasce da un progetto chiamato «Il Cantafavole», un laboratorio di scrittura creativa e musicale, che Gianluca propone da molti anni nelle scuole. «In Rodari ho sempre trovato una grande capacità di trasmettere importanti valori educativi, indispensabili per la socialità dei bambini e degli adulti» ha spiegato Lalli; «Attraverso la mia professione di cantautore, e ancor di più attraverso quella di musicoterapista, a contatto con i malati che lottano contro il dissolvimento della propria identità, faccio esperienza quotidiana della musica come strumento potente, capace di lenire il dolore e di far riemergere la parte gioiosa di ognuno. L’auspicio è veicolare, attraverso la musica, il messaggio libertario contenuto nelle favole di questo grande autore»
.

(*) Gianni Rodari è nato il 23 ottobre 1920. Per ricordarlo è partito “L’ANNO RODARIANO”. Io lo amo molto e penso di essere in numerosa (e bella) compagnia. Così ho deciso di festeggiarlo in bottega almeno fino all’ottobre 2020, cioè per 52 settimane. Ho chiesto a 51 fra amiche e amici di scegliere un suo brano. Perciò ogni lunedì mattina lettori e lettrici della bottega potranno scoprire come qualcuna/o ricorda Rodari e magari commentare o fare le loro proposte. Ho una ideuzza per tutte/i: nello spirito “rodariano” mi parrebbe una bella iniziativa se ogni lunedì chi passa di qui poi regalasse il testo letto a qualcuna/o, possibilmente proprio a persone che leggono poco o nulla. Così per «vedere l’effetto che fa». Ci state? [db]

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *