I CORPI SPENTI

(Roba del Pabuda…)

 

quando ci sono

dei morti ammazzati                     

di mezzo,

improvvisamente,

cambia tutto:

due ragazzi con gli anni

di mio fratello

coi riccioli:

cambia tutto.

se fra noi e voi

ci sono

i corpi spenti

di due ragazzi

per terra:

non si ragiona più:

la lotta di ieri diventa

per sempre la guerra.

già prima di esser sconfitti,

perdiamo tutti:

noi e voi.

e diventiamo, di colpo,

come gli altri:

vecchissimi.

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *