I prossimi (di Pabuda)

gli uomini

prossimi alla fine

qualche volta

paiono comportarsi

in maniera

davvero strana.

un amico mio –

che certe cose le sa –

m’ha spiegato

che quelle stranezze

son considerate

robe normalissime

nell’aldilà.

detto in un’altra maniera:

più che prepararsi a finire,

quegli uomini strambi…

stan solo cominciando

a impratichirsi.

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *