Ibrahim Gökcek sta per morire

del Comitato Solidale Grup Yorum

A tutte le persone amiche dei diritti umani!

La situazione di Ibrahim Gökcek è ormai più che critica. Ha il battito molto basso. Se il governo non reagisce ora potrebbe morire oggi.

Probabilmente il governo sta aspettando la sua morte.

Chiediamo e invitiamo tutti di reagire per salvargli la vita, in qualità di cittadini attivi della società.

In questo momento diversi artisti, intellettuali, difensori dei diritti umani e deputati turchi si sono riuniti davanti alla Casa della Resistenza, dove Ibrahim è in pericolo di vita.

Questo non può essere scritto nella storia: il governo turco, con i suoi stretti legami con l’economia e i politici europei, uccide un’oppositore dopo l’altro a causa della protesta pacifica per i diritti fondamentali di espressione e per la giustizia.

Il dovere di reagire è di tutti noi, non solo degli attivisti dei diritti umani! Vi preghiamo di non permettere questa tragedia umana.

Grup Yorum chiede solo l’autorizzazione per un concerto. Come può diventare una questione di vita o di morte?

Questi sono i funzionari che potete contattare, se possibile immediatamente, per chiedere che la vita di Ibrahim venga salvata e le sue richieste accettate:

Ministero della Giustizia:

Signor Abdülhamit Gül

(Accettate le richieste del membro del Grup Yorum Ibrahim Gökcek, che è sull’orlo della morte e potrebbe morire molto presto!)

Telefono: 0090 312 417 77 70

E-Mail: info@adalet.gov.tr

Ministero degli Interni:

Signor Süleyman Soylu

0090 312 422 40 00

E-Mail: basin@icisleri.gov.tr

Presidenza della Repubblica di Turchia:

(Le richieste di Ibrahim Gökcek siano accettate. I divieti di concerti e la repressione contro Grup Yorum siano revocati)

Telefono: 0090 312 525 55 55

E-Mail: contact@tccb.gov.tr

Comitato Solidale Grup Yorum

Potete anche seguire gli account di ‘Free Grup Yorum’ su Facebook e Twitter per notizie in inglese o tedesco.

L’indirizzo Twitter della casa della resistenza dove risiede è ‘Grup Yorum Direnis Evi’.

Anche se è turco, si può capire un po’ cosa sta succedendo lì e quanto sia ansiosa la situazione.

Daniele Barbieri
Un piede nel mondo cosiddetto reale (dove ha fatto il giornalista, vive a Imola con Tiziana, ha un figlio di nome Jan) e un altro piede in quella che di solito si chiama fantascienza (ne ha scritto con Riccardo Mancini e Raffaele Mantegazza). Con il terzo e il quarto piede salta dal reale al fantastico: laboratori, giochi, letture sceniche. Potete trovarlo su pkdick@fastmail.it oppure a casa, allo 0542 29945; non usa il cellulare perché il suo guru, il suo psicologo, il suo estetista (e l’ornitorinco che sonnecchia in lui) hanno deciso che poteva nuocergli. Ha un simpatico omonimo che vive a Bologna. Spesso i due vengono confusi, è divertente per entrambi. Per entrambi funziona l’anagramma “ride bene a librai” (ma anche “erba, nidi e alberi” non è malaccio).

3 commenti

  • Daniele Barbieri

    Questa notte non sono arrivate notizie su Ibrahim Gökcek.
    Segnalo che è uscito un mio articolo sull’edizione on line di Left:
    left.it/2020/05/04/death-fast-morire-per-la-liberta.
    Segnalo anche il comunicato di Potere Al Popolo:
    “BASTA REPRESSIONE IN TURCHIA: FREE GRUP YORUM”
    Tutto il resto è silenzio, un terribile silenzio di istituzioni, sindacati e grandi associazioni; si muove solo la solidarietà dal basso.
    Sorprende che a questo silenzio si unisca oggi «il manifesto» non scrivendo di Ibrahim Gökcek; un grave errore politico prima che giornalistico.
    Da ieri il COMITATO SOLIDALE GRUP YORUM ripete incessantemente l’appello e chiede massimo e urgente sostegno:
    A TUTTI I SOSTENITORI DI GRUP YORUM: IBRAHIM È IN PERICOLO DI VITA IMMINENTE
    Ha un battito molto basso. Se il governo non reagisce ora potrebbe morire oggi… 
    Artisti, intellettuali, deputati sono riuniti ora davanti alla Casa della Resistenza dove risiede Ibrahim per rilasciare dichiarazioni e chiedere ai funzionari di accettare immediatamente le sue richieste!
    Si prega di chiamare, scrivere, o tweettare:
    – Ministero della Giustizia:
    Telefono: 0090 312 417 77 70
    E-mail: info@adalet.gov.tr
    @abdulhamitgul
    @adalet_bakanlik
    – Ministero degli Interni:
    Telefono: 0090 312 422 40 00
    E-mail: basin@icisleri.gov.tr
    @suleymansoylu
    @TC_icisleri
    Ascoltate le sue richieste! Ibrahim Gökçek vuole vivere!
    322 GIORNI DI HUNGER STRIKE!
    #LetIbrahimGökcekLive

  • Valentina Vallesi

    Stamattina il Governo ha accettato la richiesta di Ibrahim di autorizzare un concerto di Grup Yorum! Una vittoria è stata raggiunta, Ibrahim è stato portato in ospedale per farsi curare. Ora la resistenza continua affinché le altre domande vengano accettate! Viva la solidarietà internazionalista! Viva tutti coloro che si sono uniti alla resistenza turca! Viva il popolo! Free Grup Yorum!

  • Ibrahim è morto , ma sappiamo che i martiri non muoiono mai, sarà sempre nei nostri cuori e continueremo la sua lotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *