IL CIELO DI OGGI

di Pabuda

il cielo di oggi

appare irremovibile:

non s’era mai visto,

in cielo, a Milano,

qualcosa di simile:

tu guardi su e il suo blu

è lontanissimo.

eppure lo capisco benissimo,

è del tutto comprensibile:

è il chiaro, spiegato mistero

d’un vuoto

pieno di colore,

è come una paralisi

di luce rotonda

che tutto schiarisce,

accarezza e circonda.

è il cielo sopra Milano

di sabato ventotto maggio

duemila e undici.

Però, è al mattino presto,

quando gli altri dormono ancora

e io, che me l’aspettavo,

esco di casa da solo

soltanto per guardare il cielo

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *