Il diritto di opporsi (Just Mercy) – Destin Daniel Cretton

(visto da Francesco Masala) e in aggiunta l’Oscar 2020, per Hair Love, il miglior cortometraggio animato, di Matthew A. Cherry e Bruce W. Smith

—-

per chi non lo sapesse il film Oscar 2020 è coreano, si chiama Parasite, è stato recensito due volte in bottega (con valutazioni opposte).

Bryan è uno un po’ pazzo, anzichè diventare un avvocato milionario in un grande studio di New York preferisce andare in Alabama a dare un contributo per far uscire dal braccio della morte i morituri innocenti (non che i colpevoli meritino la condanna a morte, ma questo è un altro discorso, forse).

Bryan studia i casi, parla con i condannati, le loro famiglie, fa tutto il possibile per riaprire i casi e fare nuovi processi.

è una lotta caso per caso, in uno stato di quel Paese ritenuto, da alcuni, il gendarme e la guida e il faro del mondo, con un sistema giudiziario penoso (non sono i peggiori ma sono nella parte bassa della classifica).

il faro sono invece quelli che combattono quel sistema di morte, come Bryan e la sua (vera) associazione per la difesa dei poveri galeotti, di cui si viene a conoscenza alla fine del film.

come i film di Ken Loach anche Il diritto di opporsi è un film necessario, ogni vita salvata è salvata per tutti, c’è un messaggio di speranza, che a Ken Loach ormai manca, tutti i diritti li stanno estinguendo, c’è il dovere di opporsi, ma siamo troppo in là.

andate al cinema a vedere Bryan e gli altri, non sarete delusi.

https://markx7.blogspot.com/2020/02/il-diritto-di-opporsi-just-mercy-destin.html

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *