Il libro delle mie vite – Aleksandar Hemon

letto da Francesco Masala – in questo libro un migrante si racconta

Aleksandar Hemon si racconta, e, siccome è bravo, non fa cronaca, ma letteratura.
leggi da qualche parte che tutto quello che Aleksandar Hemon racconta è successo, e la magia delle parole è quella di dare una vita in più a chi non c’è, a ricordare cose anche tragiche, ma non solo, a conoscere un cane bellissimo, a conoscere Isabel e la sua storia.
Aleksandar Hemon deve abbandonare Sarajevo, nei giorni che preparano alla guerra, arriva in Canada e poi in Usa, prima sopravvive, e poi riesce ad avere una vita che gli permette di scrivere e di pubblicare (per nostra fortuna).
magari non lo conoscevi, adesso non hai scuse (per leggere i suoi libri)
Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *