IL VENTO CHE TIRA

(Roba del Pabuda…)

colla paranoia                              

nazionalistica

che stringe

nella sua morsa

‘sto paese

di belle statuine

e tutti i piccoli cervelli

ivi contenuti,

stamattina

lo speaker in radio

per le previsioni

del tempo

s’è sentito in dovere

di nominare

solo italianamente

come “favonio”

il caldo e secco

vento föhn

promettendocene

gradevoli soffi

per un paio di giornate.

il föhn alpino

bernese o sud-tirolese

se l’è presa

e per ripicca

non s’è fatto sentire,

lasciando il campo,

la piazza, i viali,

la strada

a una gelida

tramontana chiara:

così, l’italiano medio

che infreddolito

va a far la spesa

impara.

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *