La passerella in Brasile e la manna di Amazon

Rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 42esimo appuntamento

«Oggi, le famiglie pretendenti potranno conoscere i ragazzi da adottare. Benvenuti alla nostra serata speciale: la passerella è aperta»: è iniziata così, in un centro commerciale di Cuibà (capitale del Mato Grosso, in Brasile) la sfilata dei bambini orfani che potevano essere adottati. Ecco due stralci della presentazione: «Lauriane ha 11 anni e con lei c’è il fratellino di 8»; «Roberto ha 7 anni e sfila col suo migliore amico, Marcos, di 9 anni». La prima edizione della “Sfilata per l’adozione” è stata realizzata nel 2016. Gli organizzatori hanno dichiarato: «Serve a far conoscere i ragazzi da adottare, ma anche a far vivere loro un giorno diverso».

 

Con il drone di Amazon il “pacco” arriva in mezz’ora. Nel giro di pochi mesi, la multinazionale americana presenterà il servizio di consegne con velivoli senza pilota. Il recapito sarà affidato a droni ibridi che potranno viaggiare fino a 15 miglia (circa 23 chilometri) di distanza e consegnare pacchi di peso inferiore a 2,5 Kg. La navigazione è resa possibile da telecamere e sensori ottici che consentono di muoversi evitando ostacoli statici e in movimento.

La caricatura, accanto al capo indiano, è di Jeff Bezos, presidente e amministratore delegato di Amazon.

 

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato il mercoledì mattina. [db]

NELL’IMMAGINE INIZIALE la Riserva di Nasi Forati nel 1855 (verde) e la riserva ridotta nel 1863 (marrone)

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *