Lampedusa, 3 ottobre: Per non dimenticare, per reagire alle nuove tragedie

il comunicato della Rete Antirazzista Catanese

Il 3 Ottobre 2013 più di 368 migranti morirono di fronte all’isola di Lampedusa. Prima e dopo questa data tanti uomini e donne sono morti e continuano sempre più a morire nelle acque del Mediterraneo, oltre 5000 solo nel 2016. 
Però le notizie arrivano sempre meno al grande pubblico. Gli accordi con i paesi terzi, soprattutto con la Libia,  fatti dal nostro governo e dalla UE danno frutti: migranti catturati, uccisi, torturati, respingimenti, naufragi ma… lontano dai nostri occhi.
Noi continuiamo a chiedere verità e giustizia per i Nuovi Desaparecidos e denunciamo i crimini e l’ipocrisia del nostro governo. Domani mattina al porto di Catania arriverà la nave della Guardia Costiera Dattilo con 760 migranti e 3 salme, quante altre morti dovremo attendere per reagire?

Nel Mediterraneo mai più naufragi, l’Europa fortezza è causa delle stragi!

Catania, 3 ottobre 2017                                                                                                                                                                                                                      Rete Antirazzista Catanese

 

https://www.facebook.com/sosmeditalia/posts/1932390520344266?pnref=story

https://askavusa.wordpress.com/03102013-il-naufragio-della-verita/

http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-ae87096e-f862-40e7-95fb-84c85c944d05.html

 

L’IMMAGINE – scelta dalla “bottega”- E’ DI ENERGU

 

MA COSA SONO LE «SCOR-DATE»? NOTA PER CHI CAPITASSE QUI SOLTANTO ADESSO.

Per «scor-data» qui in “bottega” si intende il rimando a una persona o a un evento che il pensiero dominante e l’ignoranza che l’accompagna deformano, rammentano “a rovescio” o cancellano; a volte i temi possono essere più leggeri ché ogni tanto sorridere non fa male, anzi. Ovviamente assai diversi gli stili e le scelte per raccontare; a volte post brevi e magari solo un titolo, una citazione, una foto, un disegno. Comunque un gran lavoro. E si può fare meglio, specie se il nostro “collettivo di lavoro” si allargherà. Vi sentite chiamate/i “in causa”? Proprio così, questo è un bando di arruolamento nel nostro disarmato esercituccio. Grazie in anticipo a chi collaborerà, commenterà, linkerà, correggerà i nostri errori sempre possibili, segnalerà qualcun/qualcosa … o anche solo ci leggerà.

La redazione – abbastanza ballerina – della bottega

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *