Little Brother – Cory Doctorow

ritratto dell’hacker da giovane

(letto da Francesco Masala)

già db qui ne aveva parlato con un entusiasmo totalmente giustificato e condiviso.

anch’io ho letto prima Homeland, che è posteriore, ma va benissimo lo stesso.

Little brother dovrebbe essere un libro di testo nelle scuole superiori, o forse no, è meglio dire che è un libro pericoloso, da non leggere, così avremo la sicurezza che qualcuno comincerà a leggerlo.

qualsiasi ragazza o ragazzo non potrà non essere coinvolto nella storia di Marcus e dei suoi amici, sarà anche un libro di storia, d’amore ,di educazione civica, di tecnologia, di politica, d’amicizia, di spionaggio, e molto altro ancora.

e chiunque saprà da che parte stare (come canta Pete Seeger).

se mai il mondo sarà salvato il merito andrà anche a ragazzini come Marcus e tanti altri come lui che esistono nel mondo, alcuni conosciuti, altri che non lo saranno mai.

cercate Little brother, e buona lettura.

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *