Lontano lontano – Gianni Di Gregorio

(visto da Francesco Masala)

tre vecchietti sognano di andare a vivere in qualche paradiso lontano dall’Italia, con un favorevole potere d’acquisto e poche tasse da pagare.

Roberto Herlitzka è il loro convincente consigliere geografico e il viaggio è deciso, si parte.

ma fra il dire e il fare ci sono tante cose, paura, abitudini, incognite che non è semplice risolvere.

ultimo film per Ennio Fantastichini, e anche Giorgio Colangeli, Roberto Herlitzka e Gianni Di Gregorio non se la passano tanto bene, hanno i sogni, però.

ma la realtà è un’altra cosa.

un film senza effetti speciali, ricco d’ironia e di umanità, necessaria a noi umani.

nessuno si pentirà di aver visto Lontano lontano, promesso.

https://markx7.blogspot.com/2020/07/lontano-lontano-gianni-di-gregorio.html

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *