Noi che lavoriamo (di Pabuda)

noi che lavoriamo

sotto padrone

sottopagati

sotto pressione

sembriamo spensierati

e distratti

quando camminiamo,

sempre che non siamo

in ritardo.

ma quando c’incrociamo

tra noi

camminando

ci basta uno sguardo

per capire

che, sotto sotto,

stiamo tutti andando

a lavorare

o stiam tornando

da lavorare.

allora, all’improvviso

dalle nostre facce,

ora che ci penso,

sparisce del tutto

quel sorrisetto

senza senso.

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *