PAPY GROOVE

(Roba del Pabuda…)                  

 

chissà come

verso la fine dei settanta

o all’inizio degli ottanta

una cassetta

color giallo-arancio marcio,

proveniente da Yauondé,

passando a mare per ponente:

giro largo: dai dock di Londra,

forse Marsiglia

e traverso

tutti i vicoli più punk di Genova,

alla fine è saltata in tasca a me!

il mangianastri racconta tanto:

una salsina tutta Gombo

quella che suona Manu Dibango

col suo saxo molto Kango:

della disco super jazzy, afro a tondo

muove i piedi per la danza

anche ai più timidi e scontrosi:

ai cervelli, ai cuori, ai culi pigri dà la scossa:

è Soul Makossa!

..

 

ASCOLTI CONSIGLIATI:

https://www.youtube.com/playlist?list=OLAK5uy_ltR_72YLfjfj64Uc6RnmxB80DBUiGEGe4

https://www.youtube.com/watch?v=4-pkgVyhIuU

https://www.youtube.com/watch?v=SGCM-0iLxBg&list=OLAK5uy_mW5oN-wdKARekJkSw08KncaoexuY-jpfI

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *