Parole, morti, armi, ottimisti e boh

La rubrica settimanale (con due brevi testi e tre fotomontaggi) di Chief Joseph: 82esimo appuntamento

 

Il comune di Mamoiada, in provincia di Nuoro, ha fornito ulteriori chiarimenti riferiti all’interpretazione delle norme emesse dal Governo per contenere la diffusione del Coronavirus. Nel documento, fra le altre cose, si specifica che è possibile: «portare fuori il cane per espletare i propri bisogni (l’animale deve essere necessariamente in vita)». Fonte: Today del 15/03/2020.

Nella foto, accanto al capo indiano, Luciano Barone, sindaco di Mamoiada.

 

 

«Mentre in tutto il mondo, per difendersi dal Coronavirus, ci si attrezza con disinfettanti, alcol e approvvigionamento alimentari, negli Usa si è scatenata la corsa all’acquisto di armi. Pistole, mitragliatrici, munizioni: i negozi di tutta l’America si sono ritrovati con file di 50-100 davanti all’ingresso. La crescita delle vendite è stata particolarmente alta negli stati più colpiti dalla malattia – California, New York, Washington – ma è cresciuta anche nelle zone meno colpite». La Repubblica, 17 marzo 2020

 

Vedendo i balconi con «andrà tutto bene» ieri Chief ha “detto la sua” così:

 

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *