PER BEPPE COSTA

di Sandro Sardella

Ho avuto il privilegio di una sua prefazione al mio libro di poesie

Fuoribusta” edito nel 2014 dalle Sue Edizioni SEAM, nella collana

Inediti rari e diversi” diretta da Lui medesimo e da Igor Costanzo.

Le Sue parole dedicate al mio fare le ho sentite, nella loro semplicità,

ricche, belle e schierate dalla parte di chi vive la cultura e non la

carriera culturale con i suoi accademismi e le sue conventicole.

Così senza mai esserci incontrati di persona siamo diventati

compagni” anche per la condivisione di alcune importanti complicità

con Jack Hirschman, Marco Cinque, Ferruccio Brugnaro, Alessandra

Bava, Paul Polansky, Andrea Garbin, Igor Costanzo, Valeria Raimondi,

Neeli Cerkovski, .. ..

Ho letto e sentito del suo importante e incandescente lavoro

editoriale e poetico ed è cosa giusta, salutare e doverosa che Beppe

Costa possa usufruire della “Legge Bacchelli” per poter avere una

dignitosa vecchiaia.

 

da “ROSSO” – Poesie d’amore e di rivolta:

Vivere in poesia

Come inverno grigio

sulle mie ossa non più resistenti

restano solo e non è poco

lettere parole e la poesia

 

Qualche rivolta

o meglio ribellione in attesa sempre

d’una qualche rivoluzione

 

Manifesti mascherati

per altri poteri più “eleganti”

Si sta proprio bene qui

fra falsi gioielli e predoni al potere

 

Per fortuna mi resta

come compagna o malattia

l’amica poesia.

 

SU BEPPE COSTA vedi Una pensione dignitosa per Beppe Costa in bottega; e questo intervento (su “Il fatto quotidiano”) di Ricky Farina: Beppe Costa merita la Legge Bacchelli. Un poeta va sempre amato – Il …

La Bottega del Barbieri

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *