Rivoluzione interplanetaria (ma era il 1924)

di Zenon Komissarenko, Yury Merkulov e Nikolai Khodataev – i ricchi pensano a Marte invece di salvare la Terra a 60°, era fantascienza nel 1924 ma oggi…

… oggi è una realtà (leggi qui e qui)

Cortometraggio a cartoni animati che racconta il tentativo dei grandi capitalisti di sottrarsi alle rivendicazioni della classe operaia fuggendo a bordo di un’astronave diretta verso il pianeta Marte con le proprie ricchezze: gli eroici soldati dell’Armata Rossa scoprono la fuga e, dopo un avventuroso inseguimento, sconfiggono i nemici del popolo in un’epica battaglia. Mezhplanetnaya revolutsiya vive dell’importanza riflessa di Aelita – realizzato nel medesimo 1924 da Protazanov – del quale è generalmente considerato una parodia di chiaro significato politico. Del film si hanno scarsissime notizie. I più lo attribuiscono (con qualche incertezza sui nomi) a Zenon Komissarenko, Yury Merkulov e Nikolai Khodataev e ne calcolano la durata oscillando tra i 9 e i 12 minuti. E’ ricordato anche con il titolo internazionale Interplanetary Revolution.

da qui

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *