Vera Sílvia Magalhães, professione “guerrigliera”

Nata il 2 febbraio 1948, a soli 20 anni entra nella lotta armata contro la dittatura brasiliana. Conosciuta soprattutto per aver partecipato al sequestro dell’ambasciatore statunitense in Brasile Charles Burke Elbrick e resa invalida a seguito delle torture subite, fu la prima donna a ricevere, nel 2002, un indennizzo da parte dello Stato. di David Lifodi

Continua a leggere

Argentina: torna il peronismo progressista?

Nelle primarie aperte, simultanee e obbligatorie dell’11 agosto Mauricio Macri ha subìto una pesante debacle ad opera di Alberto Fernández e Cristina Fernández. Si tratta di un ottimo viatico in vista delle presidenziali del 27 ottobre, anche per l’interessante esperimento della coalizione di centro sinistra Frente de Todos, tuttavia le destre del continente sono già al lavoro per soccorrere il

Continua a leggere

Brasile: nuovi insulti di Bolsonaro ai desaparecidos

L’ultima campagna d’odio del presidente è diretta contro la Commissione nazionale per la verità, che aveva pubblicato nel 2014 un dossier di 4.300 pagine in cui si denunciavano le sistematiche violazioni dei diritti umani da parte della dittatura (1964-1985). Nel mirino di “Bolsonazi” anche Glenn Greenwald (The Intercept) e  il presidente dell’Ordine degli avvocati, mentre l’esercito omaggia su twitter un

Continua a leggere
1 2 3