Beppe Grillo, don Gino e altre stranezze

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 29esimo appuntamento   Dei 2.652 episodi di discriminazione rilevati dall’Unar nel 2016, il 69% – ovvero più di 1800 – riguarda motivi razziali, con una media di 5 al giorno, A questi si aggiungono i dati sui crimini d’odio: secondo Odihr (Office for Democratic Institutions and Human Rights) dell’Ocse,

Continua a leggere

L’aurea, laurea, l’aria, Lancini, l’olio

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 28esimo appuntamento   Il neo presidente della Sardegna, Christian Solinas ha esibito per anni una laurea non riconosciuta dal ministero dell’Istruzione e ottenuta nel 2006 al Leibniz Business Institute di Santa Fe nel New Mexico. Si è laureato in Giurisprudenza presso l’università di Sassari il 12 dicembre 1018. Secondo

Continua a leggere

“Esorcismo e preghiera di liberazione”

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 27esimo appuntamento “Esorcismo e preghiera di liberazione” era il corso di formazione proposto agli insegnanti  sulla piattaforma “Sofia” del ministero dell’Istruzione e organizzato, a Roma, dall’Istituto “Sacerdos”. Dopo le polemiche seguite a questo tentativo di rivolgere il corso ai  docenti, il titolo è   stato rimosso  dalla piattaforma della scuola,

Continua a leggere

Giocolieri, bestemmie e intercalari

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 26esimo appuntamento * Fonte:  Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta degli imballaggi in plastica) Le autorità di Mysky, una cittadina nella regione siberiana di Kemerovo, hanno colorato una scivolo fatto di neve con vernice bianca.  In questo modo, si  mimetizzava la polvere  del carbone estratto dalle cave  poste nelle

Continua a leggere

Dalla A (auto) alla VZ (Venezuela-Zibechi)

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 25esimo appuntamento   «Quando, nel dicembre scorso, Trump ha deciso di ritirare le truppe dalla Siria, aveva già pianificato di aprire un nuovo fronte. Il nuovo fronte è l’America Latina, la prima trincea è il Venezuela, ma il piano del Pentagono è quello di affermare il controllo su tutto

Continua a leggere
1 2 3 7