Si chiama civiltà ma si scrive Overshoot Day

«Possiamo ridurre la nostra impronta» di Franco Gesualdi (*) con un testo-disegno di Chief Joseph (**) foto di Francesca Forno L’eccesso di beni industriali e il passaggio dalla campagna alla città hanno alterato la nostra percezione della realtà. Da quando il nostro riferimento è diventato il supermercato è cambiata perfino la nostra idea di sicurezza alimentare. Finché troviamo gli scaffali

Continua a leggere

Disapprendimento e pensiero creativo

di Marco Deriu Le diverse crisi in corso costringono ad abbandonare certezze, immaginari, linguaggi e schemi cognitivi, a ripensare l’insieme delle relazioni sociali. Il punto di partenza restano tutte quelle forme di autorganizzazione, di autoproduzione, di scambio e condivisione diffuse ovunque, con cui riduciamo la nostra dipendenza dal mercato e dalla Stato. “La decrescita non è una soluzione o una

Continua a leggere

Che c’entra il 17 aprile con l’Artico e…..

… con l’inverno caldo? Quando leggerete questo articolo mancheranno 14 giorni al referendum su trivella selvaggia ed eterna di Maria Rita D’Orsogna (*) Sai che c’è qualcosa che non va quando gli stessi scienziati che in generale non si sbilanciano troppo usano parole come “assurdo”, “ridicolo”, “fuori da ogni norma”. E sono proprio queste le espressioni che gli studiosi del

Continua a leggere
1 2