Bolivia: «Noi donne indigene abbiamo…

… sentito il golpe nel corpo» di Alessandro Peregalli (*) In dialogo con Adriana Guzmán e Diana Vargas, femministe aymara attive in uno spazio politico chiamato Femminismo Comunitario Antipatriarcale, che in questi anni ha partecipato, seppur con una visione critica dei governi di Morales, al cosiddetto proceso de cambio. L’autore le ha incontrate a El Alto, nella zona metropolitana di

Continua a leggere

La maledizione dell’abbondanza/2

Conversazioni con Alberto Acosta (*) [A questo link la prima parte dell’intervista a cura della Associazione Bianca Guidetti Serra.] [Ass.BGS] Negli ultimi 15 anni in America Latina sia i governi progressisti  – compresi i “Socialismi del XXI secolo” – sia i governi classicamente neoliberisti hanno intensificato l’estrazione di risorse primarie, principalmente petrolifere, minerarie e agroindustriali. I governi progressisti hanno accompagnato

Continua a leggere

Lenín Moreno affossa l’Ecuador

Il paese vive una delle sue peggiori crisi economiche, ma il presidente intende proseguire sulla strada della dollarizzazione. Un bilancio di ciò che sta accadendo a Quito e dintorni a seguito delle straordinarie giornate di mobilitazione dello scorso ottobre da parte delle piazze che chiedevano maggiori diritti, giustizia sociale ed esprimevano il rifiuto al neoliberismo e al Fondo monetario internazionale.

Continua a leggere

Alberto Acosta: la maledizione dell’abbondanza

[L’economista Alberto Acosta Espinosa è fra i padri della Costituzione dell’Ecuador del 2008, l’unica a riconoscere la Natura come soggetto di diritto. Sostenitore della prima ora della Revolución Ciudadana, ha ricoperto il ruolo di Ministro dell’Energia e delle Miniere nel primo governo di Rafael Correa, prima di maturare la rottura con il Correismo su posizioni antiestrattiviste ed antiautoritarie. Attualmente è autorevole membro del Tribunale Internazionale dei

Continua a leggere

Resistere è esistere. La violenza estrattivista in chiave italiana

[Alberto Acosta Espinosa, teorico del Buen Vivir e membro del Tribunale Internazionale dei Diritti della Natura, è stato recentemente ospite di due incontri salentini. Con il documento che segue saluta i manifestanti del prossimo 8 dicembre contro le Grandi Opere Inutili e Imposte.]   “Non ci sono amici nel lavoro, la nostra amicizia è fondata sugli affari” Don Corleone, Il

Continua a leggere

Messico: la parola come resistenza

Le chiamano ribelli, oppure oppositrici allo sviluppo, e dicono che quello che stanno facendo, comunque, non servirà a nulla. Sono le Zapotecas gubiñas, un gruppo di donne dello Stato di Oaxaca, Messico del sud-ovest, che hanno deciso di utilizzare per la prima volta la parola come forma di resistenza per difendere il loro territorio dal saccheggio che comporta un mega-progetto

Continua a leggere

Dal Salento all’Ecuador: estrattivismo, diritti della natura e…

…e dritti dei popoli di Alexik (*) Il 22 e 23 novembre l’economista ecuadoriano Alberto Acosta Espinosa parteciperà a due appuntamenti salentini che affronteranno, da angolazioni diverse, i temi dell’aggressione del profitto alla Terra e della criminalizzazione di chi la difende. Notevole, in questi incontri, la statura dell’ospite. Ex Ministro dell’Energia e delle Miniere nel primo governo Correa, Alberto Acosta

Continua a leggere
1 2 3 5