Anno 391: i cristiani si trasformano in persecutori

Fabrizio Melodia racconta gli editti di Teodosio I «L’Augusto Imperatore (Teodosio) ad Albino, prefetto del pretorio. Nessuno violi la propria purezza con riti sacrificali, nessuno immoli vittime innocenti, nessuno si avvicini ai santuari, entri nei templi e volga lo sguardo alle statue scolpite da mano mortale perché non si renda meritevole di sanzioni divine ed umane. Questo decreto moderi anche

Continua a leggere

7 febbraio 1980: «The Wall» dei Pink Floyd sfonda …

… il muro dell’alienazione di Fabrizio Melodia E sono 41 – ma sembra non sentirli – per il doppio vinile «The Wall». Il concept album della band progressive rock britannica si rivelò un colossale successo commerciale e (per molti) un capolavoro. Rimise i Pink Floyd insieme dopo litigi, ossessioni, cambiamenti musicali epocali e una colossale crisi finanziaria che aveva portato

Continua a leggere

Settimio Severo: dopo la morte una breve diarchia

 Il 4 febbraio 211 muore l’imperatore, gli succedono i figli Caracalla e Geta di Fabrizio Melodia Ho sempre amato moltissimo la storia romana antica, appassionante come un romanzo fantasy… tranne che era tutto vero (anche se alcuni resoconti sono coloriti in modo sospetto).  I primi due secoli dell’Impero romano sono una delle epopee d’oro in cui si potrebbe pescare a

Continua a leggere

21 gennaio 1950: muore George Orwell

di Fabrizio Melodia George Orwell, all’anagrafe Eric Arthur Blair, nacque in India, dato che suo padre lavorava lì come funzionario amministrativo dell’Impero Britannico. Trascorse poi infanzia e adolescenza in Inghilterra, frequentando il St. Cyprian College a Eastbourne e poi, grazie alla vincita di una borsa di studio, il prestigioso Eton College. Non furono anni felici per il giovane Orwell: a

Continua a leggere

«La vera crisi è l’incompetenza» disse Albert Einstein

Con lui – ma anche con il Covid, a scuola e il capitalismo – dialoga “Astrofilosofo” ovvero Fabrizio Melodia nella puntata 184 di «Ci manca(va) un Venerdì» «La vera crisi è l’incompetenza. Il più grande difetto delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel trovare soluzioni. Senza crisi non ci sono meriti. È nella crisi che il meglio di

Continua a leggere
1 2 3 46