Guarire la Terra, guarire noi stessi

di Wangari Maathai Durante i trent’anni e più che ho passato come ambientalista e attivista per i diritti democratici, la gente mi ha spesso chiesto se la spiritualità, differenti tradizioni religiose e la Bibbia in particolare mi avessero ispirato e avessero influenzato il mio impegno o il lavoro con il Green Belt Movement (GBM). Consideravo la conservazione dell’ambiente e il

Continua a leggere

Wangari Maathai

«Arokoma kuuraga» – che tu possa domire là dove piove – è (l’augurio tradizionale del popolo keniota a una persona morta. Nel suo libro «Solo il vento mi piegherà» Wangari Maathai aggiunse: «per me quel luogo è intriso di rugiada, perciò è verde. Forse il paradiso è verde». Wangari Maathai è morta, per un tumore, a 71 anni. Nobel per

Continua a leggere

La religione degli alberi

 di Michela Zucca <Non c’è bisogno di lavorare molto: lo smorkie è già lì, nel nodo del cirmolo. Basta scoprirlo, saperselo immaginare. La faccia, gli occhi, la bocca, il naso, la barba… un tocco di sgorbia, una spruzzata di colore, ed è pronto>. Queste le parole di Helmuth Rungladdier, scultore della Val Gardena, mentre parla dei suoi “uomini di legno”:

Continua a leggere

Kempf e il male… capitale

di Gian Marco Martignoni Dopo il successo editoriale ottenuto in Francia con il pamphlet “Perché i mega-ricchi stanno distruggendo il pianeta” , il discorso del giornalista (di Le Monde) Hervè Kempf si fa ancora più esplicito e convincente nel recente libro emblematicamente intitolato “Per salvare il pianeta dobbiamo farla finita con il capitalismo”. Se si considera che Kempf

Continua a leggere
1 3 4 5