Quel pronome sospetto – Marco Aime

Avrà più di sessant’anni quel signore senegalese che spesso incontro alla stazione. Il volto serio, la barba bianca e il suo solito borsone pieno di cose da vendere. Sale a Genova e scende ad Alessandria. Talvolta viaggiano con lui alcuni suoi connazionali più giovani, anche loro venditori ambulanti, chiacchieroni, scherzosi come sono i ragazzi, mentre lui li guarda serio, ma

Continua a leggere