Algeria: lezioni di machiavellismo

di Karim Metref Se Machiavelli fosse ancora vivo avrebbe dovuto andare in Algeria a lezione di machiavellismo. Il regime algerino ha dimostrato ancora una volta di essere il più efficace dell’Africa e del mondo arabo messi insieme. Tutti presi alla sprovvista: islamisti, laici, osservatori interni ed esterni. Risultato: Les jeux sont fait, rien ne change. Qualche giorno fa ancora

Continua a leggere

Elezioni in Algeria…

…”Sketch sciorba” prima di Ramadhan di Karim Metref Il 10 maggio prossimo, in Algeria si terranno le quinte elezioni legislative “plurali” della giovane storia del Paese. L’amministrazione e i politici si preparano per il torneo elettorale che vedrà in lizza 44 partiti e 25.800 candidati per 462 posti da parlamentari. Ma il Paese pensa ad altro. In un clima teso

Continua a leggere

Ahmed Ben Bella: morte di un’icona dimenticata

di Karim Metref In questi giorni è morto all’età di 96 anni Ahmed Ben Bella, il primo presidente della Repubblica Democratica e Popolare Algerina. Ben Bella, per tutta una generazione di Italiani è una icona assoluta. Simbolo della vittoria dei popoli contro il colonialismo. Invece è morto dimenticato da tutti, sia in patria che all’estero. L’icona di una generazione C’è

Continua a leggere

Tredici inferni di Hassan Blasim

recensione a “Il matto di piazza della Libertà” di Karim Metref Di piazze, viali e vie battezzate “della libertà”, “della Liberazione” o “dell’Indipendenza”, nel mondo arabo, ce ne stanno in ogni città più o meno grande. Sahat Attahrir, Maydan al hurriya, Sciarii al istiqlal… Tutte arredate di altari, sculture e grandi affreschi murali dedicati alla libertà… Ma in tutte queste

Continua a leggere

Intervista a un attivista scappato dall’inferno siriano

di Karim Metref Qualche mese fa, sulla rivista “El-Ghibli”, scrivevo del mio amico siriano Hamed (http://www.el-ghibli.provincia.bologna.it/id_1-issue_08_33-section_6-index_pos_3.html) di cui non riuscivo ad avere notizie. Ora sulla sua sorte sono più tranquillo. Mi ha contattato lui per dirmi che è fuori pericolo. È riuscito a scappare in un altro paese arabo. Per Hamed sono rassicurato, ma per la Siria sono più preoccupato

Continua a leggere

In video l’immaginario malato dell’Europa

di Karim Metref Qualche giorno fa, uno spot video (vederlo in fondo all’articolo), pubblicato sul sito della Comunità Europea, che voleva promuovere l’idea dell’allargamento dell’Ue, ha destato scandalo fino a spingere i promotori a ritirarlo. Ma ormai il latte era rovesciato. Anche se di pessimo gusto e privo di creatività, forse quel video rifletteva l’immaginario malato della parte più influente

Continua a leggere
1 6 7 8 9