DEL MODO TENUTO DAL MIGLIERUOLO NELLO AMMAZZARE BERLUCIFERO LUCIFERONI

DEL MODO TENUTO DAL MIGLIERUOLO NELLO AMMAZZARE AMMAZZARE BERLUCIFERO LUCIFERONI, BELZEBOTTI ANDREBÙ, SATANALEMA BAFFO, EL DIAUL PROD, BAFOMETTO BAFASSINO, INOLTRE DELL’OTRE, MATTEOZZO RENZELLI, OLIVEROTTO DA FERMO  et Alia di Mauro Antonio Miglieruolo con le immagini di Yacek Yerka                                                                                              “Non demonizzate Berlusconi”                                                                      I Berlusconidi   “Non demonizzate la TV” Raiset&MediaRai   “Non demonizzate il racconto”                        Io

Continua a leggere

Intervista a Alessandra Daniele 2 (con racconto)

di Mauro Antonio Miglieruolo Seconda Parte *** (segue da ieri 9 maggio 2017, 0re 9) Adesso mi si conceda il privilegio di scrivere due righe su due delle tre foto che sono riuscito a mettere insieme per illustrare l’intervista. Scusate, la parte che più mi è piaciuta scrivere.  Due foto di Alessandra Daniele. Le si potrebbe attribuire a due persone

Continua a leggere

27 aprile 1937: muore Antonio Gramsci

di Mauro Antonio Miglieruolo Ho appreso, dal “Fatto Quotidiano” del 22 aprile, particolari sulle sofferenze fisiche di Gramsci (Antonio Francesco Sebastiano Gramsci: Ales, 22 gennaio 1891–Roma, 27 aprile 1937) che lo hanno afflitto sin da bambino; e castigato da adulto. Il primo dei quali è lo stesso male che ha contribuito all’infelicità di Giacomo Leopardi, il morbo di Pott; tubercolosi

Continua a leggere

Boccaccesca

di Mauro Antonio Miglieruolo *** Nautria, sappiatelo, è il più bel pianeta della galassia. Bello perché selvaggio e nello stesso tempo antropoformizzato; eppure nonostante l’immensità, ha la superfice di un milione di Terre, che ospiterebbe i trilioni e trilioni, è il più desolato vuoto tra i miliardi catalogati delle Tre Galassie. Un paio solo di colonie sono accreditate. D’una terza

Continua a leggere

Guerre civili

di Mauro Antonio Miglieruolo I cannoni protonici tuonavamo ininterrottamente da cir­ca un’ora, eppure dalla fortezza non arrivava alcun indizio che ne avessero abbastanza. Ne avevo fatti piazzare sedici, venti colpi al minuto, in tutto milleduecento cannonate, ma niente, nessun segno di cedimento. Dei duri quelli della fortezza. Ma anche buoni strateghi, bene organizzati, favoriti dalla larga disponibilità di mezzi, cannoni

Continua a leggere

Sette suggestioni sulle opere di Yerka – 8: Atlantide

(Appendice) Di Mauro Antonio Miglieruolo *** Sono tante le isole, tante quanto i pensieri e le illusioni. Nel numero dei ricordi, milioni, milioni di milioni, il peso d’infinite vite e d’una sola. Sogni e chimere come granelli di sabbia, come la polvere che attraversa il fascio di luce nella stanzetta tua d’adolescente ostruita dalla penombra; ogni essere dotato di inventiva

Continua a leggere
1 2 3 13