America Latina: governi progressisti di fronte a un bivio

di David Lifodi “Governi progressisti e società in basso: iniziate le pratiche di divorzio”: è questo il pensiero espresso dal sempre aggiornato e ricco di analisi Mininotiziario America latina dal basso, curato da Aldo Zanchetta. Nell’edizione di inizio 2015 il Mininotiziario propone una serie di riflessioni stimolanti, anche se non da tutti condivisibili, sulle speranze che avevano suscitato i governi

Continua a leggere

Narcopolitica e desaparecidos: l’agonia del Messico

di David Lifodi È il 2006 quando il presidente Felipe Calderón dichiara guerra al narcotraffico: da allora, segnala il collettivo Fuerzas Unidas por Nuestros Desaparecidos en México (Fundem), fino al febbraio 2013, nel paese sono state registrate ufficialmente 26.121 sparizioni. Di recente, l’emittente televisiva Al Jazeera ha paragonato i massacri degli islamisti dell’Isis a quelli dei narcos messicani: ne emerso

Continua a leggere

Brasile: a chiusura dei mondiali un bilancio con Julio Monteiro Martins

di David Lifodi La mesta conclusione dei mondiali per la nazionale brasiliana, le rivolte di piazza dei movimenti sociali durante il mese della competizione sportiva, e ancora la superficialità di certa stampa italiana nei confronti del gigante dell’America Latina. Come avevamo fatto poco prima dell’avvio della Coppa del mondo, proponiamo ancora un’intervista con Julio Monteiro Martins, docente di Lingua portoghese

Continua a leggere

La Coppa del mondo in Brasile: un’opportunità o un rischio per il paese?

di David Lifodi Il 12 giugno è la giornata d’apertura dei mondiali di calcio in Brasile: la Seleção apre la massima competizione calcistica affrontando la Croazia a San Paolo, ma Brasil 2014 non è esclusivamente, o soltanto, pallone. Aldo Zanchetta, nel suo mininotiziario America Latina dal basso, ha scritto di divorzio in vista tra il Brasile e il football, un

Continua a leggere

Territorio&speculazione immobiliare: la resistenza del Costarica

di David Lifodi In America Latina esiste una questione territoriale che, negli ultimi anni, ha assunto aspetti sempre più preoccupanti. In principio erano le multinazionali a giungere nel continente, sceglievano porzioni di terreno utili ai loro scopi (uno degli esempi più eclatanti riguarda il disboscamento dell’Amazzonia per il commercio, illegale, del legname) e

Continua a leggere
1 4 5 6