Estrattivismo pandemico/3

di Alexik (*) “La violenza per l’estrattivismo non è una conseguenza ma una condizione necessaria” (A. Acosta). Nel capitolo precedente abbiamo potuto approfondire come il lockdown generalizzato imposto in tempi di pandemia, riducendo il controllo popolare dei territori, le relazioni fra i vicini e la visibilità delle aggressioni, abbia esposto in molte parti del mondo i militanti sociali e ambientali

Continua a leggere

Gli abusi delle divise: adesso basta!

Le botte dei vigili urbani di Sassari e altre storie di “forze dell’ordine” che, male interpretando lo spirito delle leggi e delle ordinanze, si lasciano andare a violenze e soprusi contro semplici cittadini (*) https://www.cagliaripad.it/454947/sassari-caminera-noa-denuncia-coppia-aggredita-da-parte-di-membri-della-polizia-municipale/ Il quadro generale lo conosciamo. Divieto di assembramento, limitazioni alla libertà di movimento, distanziamento sociale, quarantena obbligatoria. Sono certo misure eccezionali, una temporanea sospensione di

Continua a leggere

America latina alla prova di Covid-19

Due articoli di Laura Vales e una panoramica di David Lifodi La quarantena nei quartieri popolari argentini, dove quattro milioni di persone vivono in sovraffollamento e senza possibilità  di lavorare a casa. Provvedimenti repressivi in Uruguay, Bolivia, Colombia, Cile. La pandemia utilizzata dai governi di destra per ristabilire l’ordine pubblico. E crescono gli omicidi contro i lottatori sociali.

Continua a leggere

Lesbo, tra i dannati della terra

Testi di Federica Tourn, fotografie di Stefano Stranges (tratto da Q Code) A Lesbo la situazione è a un punto di rottura, c’è il rischio di una pandemia e la violenza è senza controllo. I fascisti hanno preso il controllo della frontiera, intimidendo, picchiando e sfasciando macchine delle ong e giornalisti. A grandi linee, questo è quello che abbiamo visto:

Continua a leggere
1 2 3 8