I muri e le statue che cadono in Cile

È dalla metà di ottobre, quando il governo ha dichiarato lo stato di emergenza e avviato una repressione di inaudita violenza, che il Cile vive una lunga e drammatica rivolta contro le abissali disuguaglianze del paese, le discriminazioni di classe, il razzismo contro le popolazioni indigene e l’oppressione quotidiana e sanguinosa del patriarcato. di Raúl Zibechi (*)

Continua a leggere

Presidenziali Cile: i movimenti ecologisti e studenteschi

di David Lifodi Il Cile che si appresta a votare per le elezioni presidenziali del 17 novembre è attraversato da centinaia di conflitti ambientali e da una protesta studentesca che non accenna a mollare la presa, convinta che un’altra istruzione sia possibile. La prima delle due finestre latinoamericane sulle presidenziali cilene è dedicata ai movimenti ecologisti e studenteschi: quella della

Continua a leggere
1 2