McDonald’s: l’immobiliare più inquinante al mondo

di Saverio Pipitone (*) «Evviva si torna a vendere hamburger!» esclamò un dirigente di McDonald’s quando seppe delle dimissioni nel 1967 di Harry Sonneborn, che fu il primo presidente e CEO della compagnia. Di lui, il proprietario Ray Kroc che lo assunse nel 1955, raccontava: «Harry era esattamente il tipo di uomo che mi serviva per far decollare McDonald’s. Si

Continua a leggere

Europio: i fluorescenti colori dello sfruttamento

di Saverio Pipitone In principio fu esplosione di stelle in collisione con il forgiarsi di una bianca e lucente materia metallica che cadde sulla Terra. Nel 1901 quel metallo cosmico venne isolato, mediante un processo di separazione per cristallizzazione, dallo spettroscopista e chimico francese Eugène-Anatole Demarcay, che ottenne una delle ultime terre rare; gli diede il nome di “Europio”, in

Continua a leggere

L’imperialismo di Mister Ikea e la libertà di Tyler

di Saverio Pipitone (*) Purificatore d’aria, terrario, miniorto, lampade avveniristiche e mobiletti modulari in legno riciclato. È la collezione Rumtid (spaziotempo) di Ikea, in lancio nel 2020 per ambienti ristretti, progettata dopo che cinque designer stettero per tre giorni nella capsula Mars Desert Research Station della NASA nel deserto statunitense dello Utah con la riproduzione delle condizioni abitative su Marte.

Continua a leggere

L’etica in soffitta di Coop tra rose, farmaci e forzieri

di Saverio Pipitone (*) A Torino in Via Palma 7 la Società generale di mutuo soccorso degli operai il 4 ottobre 1854 aprì uno spaccio alimentare, chiamandolo Magazzino di previdenza. I prodotti erano venduti agli associati al “primitivo costo”, cioè ad importi convenienti e leggermente superiori a quelli di acquisto, con un guadagno che serviva solo a coprire le spese

Continua a leggere
1 2 3 4