L’anima piange

Un racconto di Svetlana Aleksievič e il sommario del nuovo numero di «Sagarana», dal quale è stato ripreso (su questo blog vedi IVI) ***   di Svetlana Aleksievič   Storia di un uomo che aveva combattuto nel 1941 e che non avrebbe mai immaginato di sentirsi dire un giorno: “non fosse stato per quelli come te, adesso ci faremmo una

Continua a leggere

Vladimir Majakovskij, la rivoluzione necessaria e «la barca dell’amore»

un ricordo (con troppa passione?) di d. b. «Battete in piazza il calpestio delle rivolte». E per essere ancor più chiaro, essendo lui un poeta: «Abbasso il vostro amore, abbasso la vostra arte, abbasso il vostro regime, abbasso la vostra religione». Non ha dubbi: «E’ la mia rivoluzione» spiega nell’autobiografia. Satira e rabbia, amore traboccante e senso di giustizia, rifiuto

Continua a leggere
1 2