Trump e la dittatura del petrolierato


Per un breve periodo storico MOLTO si è parlato della “necessità” e poi della concretezza – in Urss e satelliti – di una «dittatura del proletariato». Ne rimane oggi solo il mito, negativo/tragico per i più e positivo per alcune persone.

Invece, in un periodo storico ben più lungo, POCO si è parlato della concretissima, sanguinosa «dittatura del petrolierato» all’opera sull’intero pianeta. C’era chi, negli ultimi anni, vedeva l’impero del veleno nero in declino e prospettava perfino che una democrazia energetica verde fosse in arrivo…

Con le nomine annunciate da Trump in questi giorni si conferma invece che la «dittatura del petrolierato» è saldamente in sella. E’ una delle notizie più tragiche che potesse arrivare per la salute di tutti gli esseri umani e del pianeta Terra. (db)

L’IMMAGINE è di Giuliano Spagnul

Daniele Barbieri
Un piede nel mondo cosiddetto reale (dove ha fatto il giornalista, vive a Imola con Tiziana, ha un figlio di nome Jan) e un altro piede in quella che di solito si chiama fantascienza (ne ha scritto con Riccardo Mancini e Raffaele Mantegazza). Con il terzo e il quarto piede salta dal reale al fantastico: laboratori, giochi, letture sceniche. Potete trovarlo su pkdick@fastmail.it oppure a casa, allo 0542 29945; non usa il cellulare perché il suo guru, il suo psicologo, il suo estetista (e l’ornitorinco che sonnecchia in lui) hanno deciso che poteva nuocergli. Ha un simpatico omonimo che vive a Bologna. Spesso i due vengono confusi, è divertente per entrambi. Per entrambi funziona l’anagramma “ride bene a librai” (ma anche “erba, nidi e alberi” non è malaccio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *