Valsamoggia: la bonifica si chiama Godot?

di Vito Totire (*)

E’ stato notato un certo traffico in via Canovetta all’inizio della settimana: Arpa e…altri.

Questa mattina abbiamo scritto nuovamente al Sindaco.

Un quesito secco: quanto ci vuole ancora per bonificare?

Si sbaglia se si subordina l’intervento di bonifica alla ricerca del “responsabile”; occorre bonificare subito e contestualmente avviare azioni di rivalsa, se questa è giuridicamente e materialmente possibile.

La Valsamoggia è una delle più belle e incantevoli valli italiane e del mondo. I tempi di bonifica non possono essere più lunghi di quelli nelle tristi periferie metropolitane; e ovunque il tempo ragionevole deve essere di 24-48 ore al massimo dall’avvistamento. Qui invece siamo fermi da agosto 2019 ; in quella data il “problema” è stato individuato e segnalato dal signor Virgilio Sandoni. Solo ora l’Arpa si è avventurata nel sito. Come mai solo ora? Ci vorranno giorni per avere conferma o disconferma della natura amiantifera dei materiali. Anche qui però il fattore tempo è importante; il campione prelevato (presumiamo sia stato prelevato un campione) va da Bologna a Reggio Emilia. Questo perché, molti anni fa, si chiuse –inopinatamente e nonostante le nostre proteste – il “punto analisi amianto” che era affidato al valentissimo dottor Adriano Chiodi. Si sa, spesso ci sono operatori che vanno in pensione e non vengono sostituiti: così i servizi calano…

Comunque sia: il sito va bonificato subito (a meno che dall’Arpa di Reggio Emilia non torni un sorprendente referto negativo…) MA SOPRATTUTTO OCCORRE ADOTTARE FINALMENTE UNA POLITICA DI PREVENZIONE.

Il presidente della Regione Emilia-Romagna fino ad ora si è confrontato sempre e solo con alcuni interlocutori SOCIALI; bisogna garantire invece una effettiva partecipazione e finalmente dare una seria svolta a un programma di bonifica del territorio.

Noi facciamo – quantomeno dal 1995 – proposte. Se fossero state prese in considerazione, l’evento di via Canovetta molto probabilmente sarebbe stato prevenuto.

Intanto : esigiamo una bonifica immediata.

(*) Vito Totire è presidentedi AEA, l’Associazione esposti amianto e rischi per la salute

QUI LE DUE “PUNTATE” PRECEDENTI: Cemento-amianto abbandonato in Valsamoggia e Eternit in Valsamoggia: le istituzioni…

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *