Vulcano – Jayro Bustamante

un film dell’altro mondo, per geografia, umanità e lingua.
film dove le donne hanno il legame con la madre terra, dove gli uomini fanno una pessima figura, maschilisti, sfruttatori e imbroglioni oltre ogni dire, dove la civiltà ti opprime, dove tutto si compra e si vende.

1
il film è quasi documentaristico, il Guatemala, e i Maya, e non solo, sono stati occupati e violentati dagli spagnoli e ora stanno nel cortile di casa dello stato todopoderoso (ancora), da cui arriva ogni bene e attrae come una calamita.
qui non siamo nel regno del realismo magico, solo in quello del realismo tragico.
al cinema solo in poche sale, cercatelo, soffrirete per (e forse con) Maria, che raccoglie il caffè che beviamo tutti i giorni.

http://markx7.blogspot.it/2015/06/vulcano-jayro-bustamante.html

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *