A, a, a: attenzione «A» 403

Ghiottissimo il numero dicembre-gennaio del mensile anarchico

A403-cover

Prima un assaggio, poi il sommario.

Difficile scegliere in 146 pagine. Fo deciso per un brano – sull’importanza del silenzio – ripreso dal piccolo dossier «CULTURE/pensieri indiani» curato da Valeria Giacomoni con frasi di Orso in piedi, Ohiyesa, Cervo Zoppo. Ah, non vi dirò se Babbo Natale è (era?) anarchico. Anche perché abbonarsi ad «A» – 9 numeri l’anno – costa davvero poco: 40 euri. (db)

«Quando ero bambino, capivo di dare e di dividere; da quando sono stato civilizzato, ho disimparato queste virtù. Io vivevo una vita naturale, ora ne vivo una artificiale. Allora ogni bel ciottolo era prezioso per me e nutrivo un profondo rispetto per ogni albero.

L’abitante indigeno dell’America univa alla sua fierezza un’eccezionale umiltà – la superbia era estranea al suo essere e ai suoi insegnamenti. Egli non sollevava mai la pretesa che la capacità di esprimersi col linguaggio fosse una dimostrazione della superiorità dell’essere umano sulle creature senza la parola; proprio al contrario, egli vedeva in questo un pericolo. Egli credeva fermamente nel silenzio – il simbolo della perfetta armonia. Il tacere del silenzio rappresentava per lui l’equilibrio di corpo, mente e Anima. Se chiedi a un indiano: “Che cos’è il silenzio?”, ti risponderà: “Il Grande Mistero”. “Il Sacro Silenzio è la Sua Voce”. E se gli chiedi “Quali sono i frutti del silenzio?”, ti risponderà così: Autocontrollo, vero coraggio e perseveranza, pazienza, dignità e profondo

rispetto.”

Il vecchio Capo Wabashaw diceva: “Sorveglia la tua lingua in gioventù, allora, forse, nella vecchiaia regalerai un pensiero saggio al tuo popolo”». Ohiyesa

 

ED ECCO IL SOMMARIO

ALLE LETTRICI, AI LETTORI/Dal Chiapas al Kurdistan

Andrea Papi – POLITICA/Un po’ d’anarchia nell’oggi

Sergio Staino – PENSIER LIBERO

Franco Bertolucci – Milano/I 75 anni di attività dell’ istituto “Ettore Molinari”

Mário Rui Pinto – Lisbona/Edizioni Sovversive in mostra

Isabelle Felici – Firenze/A ciascuno la sua Vetrina

Luca Perino (foto) – No Tav/Lotte e repressione

Guido Lagomarsino – Francoforte/In scena alla Fiera la decrescita del libro

Carlotta Pedrazzini – SOCIETÀ/Il genere sovversivo

Giulio D’Errico – KURDISTAN TURCO/Viaggio in Bakur

Roberto Ambrosoli – ANARCHIK/L’anarchia? Irrealizzabile

Orsetta Bellani – LETTERE DAL CHIAPAS.12/Un futuro già presente

Eduardo Galeano – Una riflessione

Claudio Albertani – CHIAPAS/I neozapatisti ieri e oggi

TAMTAM/I comunicati

Valeria De Paoli – SENZA CONFINI/Cuore nero d’Africa

Santo Barezini – LETTERA DA NEW YORK. 3/Uniti, ma divisi

Marco Giusfredi – LA BUONA STAMPA

Steven Forti – CATALOGNA/25 anni con Radio Contrabanda

S.F. – Zibaldone, un programma in italiano, non solo per italiani

Ernesto “Che” Majara – Una voce di Contrabanda

RASSEGNA LIBERTARIA

Laura Tussi – recensione a «Manifesti di pace per chiudere con la guerra»

Salvo Vaccaro recensione a «Municipalismo libertario e autogoverno/ Le proposte di Bookchin»

Silvestro Livolsi rec a «Gli zolfatari siciliani e il barbaro dominio del capitale»

Michele Salsi recensione a «Gli anni ‘60, il Perù e le lotte per la terra»

Paolo Zapparoli recensione a «Una guida per l’edificazione dell’uomo libero»

Giovanni Carletti rec a «Vivere come i nomadi/Il movimento anarchico milanese prima del fascismo»

Paola Pronini Medici recensione a «L’amore? È l’anarchia nel cuore»

Francesco Codello recensione a «La fine della scuola e le alternative libertarie»

Silvia Papi rec a «La repubblica dell’immaginazione/La dittatura dell’indifferenza»

Franco Bunuga recensione a «Per un’urbanistica in chiave autogestionaria»

Benedetta Piazzesi recensione a «Antispecismo e pensiero queer/Percorsi per un’autodeterminazione»

Claudia Piccinelli recensione a «La bambina invisibile»

CULTURE/Pensieri indiani a cura di Valeria Giacomoni: Orso in Piedi, un Capo Indiano, Ohiyesa e Cervo Zoppo

ELENCO DEI PUNTI-VENDITA

Carmelo Musumeci – 9999 FINE PENA: MAI/La tortura delle torture. L’isolamento diurno degli ergastolani

Andrea Staid – ANTROPOLOGIA E PENSIERO LIBERTARIO/ Un mondo di condivisione

Nicoletta Vallorani – LA GUIDA APACHE/Guardarsi negli occhi

Felice Accame – À NOUS LA LIBERTÉ/Quiete e rancore

Paolo Pasi – LETTERE DAL FUTURO/Lo stato social

GENOCIDIO DEGLI ARMENI

Francesco Berti – Quando lo stato diventa un serial killer

Paolo Cossi – Medz Yeghern/Il Grande Male

Ruth Kinna – CURIOSITÀ/Ma Babbo Natale è anarchico?

Steven Forti CANZONE D’AUTORE/Al centro, le donne

Alessio Lega …E COMPAGNIA CANTANTE/Un nuovo libro su Bakunin. Mio.

DOSSIER CARLO DOGLIO

Stefania Proli – Un urbanista libertario

Gianpiero Landi – L’avventura intellettuale di un uomo aperto

Daniele Doglio – Cent’anni fa, mio padre

Franco La Cecla – Il professor Doglio

Massimiliano Ilari – Dentro al movimento anarchico

Franco Bunuga – Il mio primo esame di urbanistica

Letizia Montalbano – Una percettibile differenza

Michele Salsi – Che voglia di scrivere su Carlo Doglio

Stefania Proli – Leggere Carlo Doglio

Carlo Doglio – Il piano armonico (La pianificazione della libertà)

Carlo Doglio – Viaggio all’anarchismo

Giorgio Nebbia – Ripartire dai suoi scritti

37 ANNI FA/“A” 71

CASELLA POSTALE 17120: Philippe Godard – Dibattito ricerca scientifica.3/ La scienza è legata ai sistemi di dominio; Nicolò Bellanca – Come possiamo concepire un ordine libertario?; Nicholas Tomeo – Antispecismo e anarchismo: un nesso inscindibile; Giuseppe Decleva – Botta…/Ma quando parlate dei rom, non dite mai che…; Giorgio Bezzecchi – …e risposta/I pregiudizi sono duri a morire; Eugenia Lentini – Ma la violenza, comunque, è prevaricazione; Fabrizio Dentini – Contro il materialismo, per il margine umano. Anche nel porno.

I NOSTRI FONDI NERI/ Sottoscrizioni e abbonamenti sostenitori

Il solito regalo inutile? No. Un abbonamento ad “A”

In copertina e in quarta: opere di Banksy

 

L'astrofilosofo
Fabrizio Melodia,
Laureato in filosofia a Cà Foscari con una tesi di laurea su Star Trek, si dice che abbia perso qualche rotella nel teletrasporto ma non si ricorda in quale. Scrive poesie, racconti, articoli e chi più ne ha più ne metta. Ha il cervello bacato del Dottor Who e la saggezza filosofica di Spock. E' il solo, unico, brevettato, Astrofilosofo di quartiere periferico extragalattico, per gli amici... Fabry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.