Affittare, filtrare, apparire

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 125esimo appuntamento

 

In Giappone esistono (dagli anni Ottanta) agenzie dove affittare attori che interpretino amici o parenti per i più svariati motivi; in genere per supplire persone assenti o inesistenti mitigando così la solitudine. Ad esempio c’è chi noleggia un uomo per farlo conoscere alla figlia, chi una moglie per non cenare da solo, chi un nipote o una nipote per andare a fare insieme la spesa. Questo fenomeno ha ispirato il regista Werner Herzog che nel 2019 ha realizzato il film “Family Romance LLC”.

 

I nuovi media (Facebook, Twitter, Instagram…) stanno dettando legge e si pongono sopra gli Stati. Hanno un controllore-padrone ma nessuno controlla il cocchiere. Dovrebbe essere chiaro (vedi oscuramento di Trump) anche agli ingenui chierichetti del progresso e dell’innovazione come questo controllo del comunicare e informare sia una dittatura … accettata come l’apoteosi della democraticità. O se preferite una servitù volontaria.

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *